Scacchi a scuola

p Imparare le nozioni di base ed il Regolamento del Gioco degli Scacchi, nonché loro storia. Stimolare il pensiero e la logica in modo personale ed indipendente. Sviluppare il senso di creatività, l'intuito, la memoria e la concentrazione. Acquisire comportamenti utili per l'integrazione sociale.
Consolidare il carattere attraverso lo spirito sportivo per un corretto sviluppo della personalità dei giovani

Metodologia:

sc Le nostre modalità di insegnamento-apprendimento sono esperienziali e partecipative; non vogliamo comunicare solamente contenuti, ma essere una guida nel meraviglioso mondo degli scacchi, rinforzando negli allievi logica, intuito, creatività, memoria, concentrazione e senso di responsabilità nelle scelte effettuate. " Gli scacchi sono l'arte che esprime la bellezza della logica"  cit. M. Bottvinnik. I corsi sono rivolti a tutti gli alunni di tutte le scuole di ogni ordine e grado e saranno strutturati tenendo conto della tipologia dell'Istituzione scolastica.

Finalità:

Funzione cognitiva:

h Le prime capacità che vengono esercitate sono quelle di tipo intellettivo, e quindi la riflessione e il ragionamento logico-matematico su tutte. Il fatto poi che il gioco costringa il ragazzo ad allenare il proprio spirito di osservazione a stimolare la memoria visiva e spaziale, oltre alla necessità di elaborare piani di gioco e strategie, aiuta a sviluppare la capacità di attenzione e concentrazione. Per quanto espresso sopra il gioco degli scacchi non è fine a se stesso, ma è collegato strettamente alle varie discipline scolastiche e, pertanto, questo progetto si propone di promuovere un'attività inseribile nell'iter formativo scolastico al fine di offrire agli studenti occasioni per una crescita umana e civile e opportunità alternative per un proficuo utilizzo del tempo libero.

Funzione educativa:

b Come tutti gli sport anche il gioco degli scacchi è inquadrato da una serie di norme e regolamenti che abituano fin dall'inizio al rispetto delle regole e al rifiuto di atteggiamenti negativi come la prevaricazione, la scorrettezza e l'ingiustizia. Poi è basilare il rispetto dell'avversario in quanto i tre risultati possibili della partita, vittoria-sconfitta-patta, scaturiscono dall'interazione con l'avversario. Pertanto imparare a perdere senza drammatizzare e riconoscere i propri errori.

Funzione socializzante:

r Il confronto, la gara, la competizione, se incanalati dentro principi di lealtà sportiva, sono mezzi utilissimi per interagire e relazionarsi con gli altri, capire ed accettare i punti di vista altrui. Inoltre gli scacchi, pur essendo un gioco individuale, prevedono anche tornei a squadre, nei quali, i risultati dei singoli, influiscono sul risultato della propria squadra; ciò favorisce da un lato, lo spirito di solidarietà e la responsabilizzazione verso i compagni e contemporaneamente contribuisce a ridurre gli atteggiamenti eccessivamente egocentrici.Inoltre questa disciplina sportiva può essere praticata anche da alunni svantaggiati e/o portatori di handicap; può essere utilizzata per il recupero di alunni con difficoltà di apprendimento e non richiede l'utilizzo di spazi particolarmente attrezzati.

PROGETTO di Roberto Bartolozzi con l'approvazione del direttivo

Il Presidente Giovanni Monti